Buon compleanno Darwin!

Il 12 febbraio 1809 nacque Charles Darwin, il più famoso biologo britannico, soprattutto per aver formulato la teoria dell’evoluzione e per aver introdotto il concetto di selezione naturale (“On the Origin of Species”). Visto che nell’ultimo post vi ho accennato alla classificazione degli organismi, mi sembrava appropriato ricordare questo grande scienziato nel giorno del suo compleanno.

Per chi non sapesse cosa tratta la teoria dell’evoluzione, vi fornisco una breve spiegazione.

La teoria dell’evoluzione di Darwin (https://www.open.ac.uk/darwin/darwin-theory.php, http://www.darwins-theory-of-evolution.com/) stabilisce che tutti gli esseri viventi discendono da un comune antenato, e quindi sono tutti imparentati tra loro, a partire dagli organismi più “semplici” (come i batteri o gli organismi unicellulari, ovvero formati da una sola cellula), fino ad arrivare a quelli più complessi (ad esempio gli animali e le piante). Questa teoria è anche famosa per aver introdotto il concetto di selezione naturale: se delle differenze a livello di DNA (mutazioni) tra una generazione e l’altra portano un vantaggio all’individuo che mostra queste nuove caratteristiche (questo beneficio può essere relativo al rapporto dell’organismo con l’ambiente, ad esempio), allora queste mutazioni vengono mantenute perché aiutano la sopravvivenza dell’individuo rispetto ad altri che non presentano queste particolari caratteristiche. Di conseguenza, le mutazioni benefiche vengo trasmesse alle generazioni future per trasmettere quel particolare vantaggio, che di conseguenza si diffonde nella popolazione di organismi. Ci sono vari esempi di questo processo; quello che mi viene sempre in mente è la comparsa di falene grigie e nere che hanno sostituito quelle bianche in Inghilterra durante la rivoluzione industriale. Come potete immaginare, a quel tempo la fuliggine fece in modo che i tronchi delle betulle diventassero più scuri e quindi una falena bianca che si appoggiava su un ramo scuro era più a rischio di essere predata rispetto ad una falena di colore più scuro. Ecco quindi che il vantaggio di avere un colore più scuro portò alla maggiore diffusione di falene scure rispetto a quelle bianche (http://ebook.scuola.zanichelli.it/curtisinvitoblu/dagli-organismi-alle-cellule/origine-della-vita-e-teorie-evolutive/esistono-diverse-prove-a-favore-dell-ipotesi-evolutiva/l-inquinamento-industriale-ha-selezionato-il-colore-della-falena-em-biston-betularia-em#492, http://www.epubeditor.it/uploaded/ebook_10205/brano%20ragazzi.pdf).

Grazie a Darwin per le sue teorie e per averci aiutati a comprendere meglio le nostre origini!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...