I virus

Ecco qui la promessa di un articolo sui virus, come riportato in conclusione all’articolo sulla classificazione degli organismi (https://guantiecamice.wordpress.com/2016/01/29/classificazione-degli-organismi-gli-esseri-viventi/)!

Nella classificazione degli organismi, i virus occupano una categoria a parte. Contengono DNA, intergiscono con altri organismi e con l’ambiente e sono complessi, ma:

  • non sono classificati come cellule – non hanno le strutture tipiche di una cellula;
  • non si riproducono autonomamente, ma hanno invece bisogno di una cellula ospite (batteri o cellule animali) per poterlo fare;
  • non hanno un vero e proprio metabolismo autonomo.

(http://eol.org/info/458, http://www.virology.ws/2004/06/09/are-viruses-living/, https://www.sciencedaily.com/terms/virus.htm)

Tutti questi motivi hanno portato alla loro definizione di esseri non viventi. La mia cara amica e collega Annachiara è un’esperta in virologia, la scienza che studia i virus, ed ha preparato un articolo che ora condivido con voi.

Cos’è un virus?

Per definizione un virus non è un essere vivente, ma allora cos’è? Difficile da capire. Ora che però la stagione dei raffreddori non è ancora passata, magari diventa utile capire cos’è veramente un virus e perché gli antibiotici sono inefficaci contro di essi.

“Virus” è una parola latina che significa veleno. Poiché sono talmente piccoli da non essere visibili se non con strumenti molto sofisticati, come microscopi ad alta definizione, comunemente si pensava che la gente stesse male a causa di qualche veleno (di uso piuttosto comune per annientare i nemici fino a qualche secolo fa).

Abbiamo detto che un virus non è un essere vivente, infatti per completare il suo ciclo vitale ha sempre bisogno della cellula di qualcun altro, sia esso animale, vegetale o batterio. Nonostante i cartoni (ricordate “Esplorando il corpo umano”? erano quelli gialli col naso rosso! [1]) ce li abbiano sempre personificati, i virus non hanno una “volontà” per sé, solo una gran organizzazione. Sono costituiti da proteine e materiale genetico, quali DNA o RNA, talvolta con una bella membrana di grassi, rubati ad una cellula, che li protegge. Le strutture che formano sono tra le più belle e precise in natura, possono essere esagonali, con o senza bastoncini proteici che protrudono da una struttura centrale, allungati, … con gli avanzamenti tecnici ora possiamo vedere pure i virus in tutta la loro bellezza e con grande precisione nei dettagli [2].

Siccome dipendono dalle cellule che li ospitano, spesso i virus han sviluppato sistemi per proteggersi e nascondersi, in modo da non essere eliminati subito. È un po’ come in un video game, non vuoi che i cattivi ti trovino subito, li eviti, prima di sfoderare l’attacco finale, che nel caso del virus potrebbe essere la distruzione della cellula che lo ospita.

Fin qui tutto ok (forse), ma perché allora non serve a nulla prendere gli antibiotici per un raffreddore o per l’influenza?

Raffreddore ed influenza sono causati da due virus, rispettivamente Rhinovirus ed Influenzavirus. Entrambi sono virus piuttosto piccoli che si trasmettono per aerosol, ovvero piccolissime gocce di acqua che rilasciamo quando starnutiamo, per esempio [3].

Le persone attorno a noi respirano poi queste goccioline infette e i virus allegramente raggiungono le nostre vie respiratorie dove trovano le cellule giuste per fare festa e riprodursi. Talvolta la festa viene interrotta in tempo dal nostro sistema immunitario, che è un po’ come la polizia del nostro corpo, ma altre volte la festa è talmente grossa che quasi sembra un festival e la polizia inizia a controllare il tutto, ma si instaura una sommossa, con combattimenti all’ultimo sangue, che si manifestano con produzione di muco (dove finiscono tutti i morti del conflitto), febbre (l’ambiente si “scalda” un attimino…) e quant’altro. Talvolta il sistema immunitario quando agisce ha bisogno di rinforzi, che noi possiamo dare prendendo molte vitamine (che li rendono “sani e forti”) o medicine.

Finora solo pochi anti-virali sono stati messi in commercio, un po’ perché comunque la tecnologia ci ha permesso solo da relativamente poco tempo di studiare i virus nei dettagli, un po’ perché i virus sono un po’ sbadati nella loro riproduzione e fanno molti errori, portando a delle modifiche continue nelle loro strutture, il che rende difficile la programmazione di un attacco ad hoc. Inoltre utilizzando i virus molte strutture e meccanismi essenziali della cellula che li ospita, bloccare tali processi in maniera diffusa comporterebbe molti effetti collaterali, come per esempio la morte anche di cellule non infette.

Gli antibiotici sono dei farmaci, di origine naturale o sintetica [4], che attaccano strutture specifiche dei batteri, quali le pareti esterne, o alcune particolari strutture di riproduzione. I batteri, infatti, a differenza dei virus, sono in genere organismi autonomi, con strutture proprie, molto più facili da puntare, in quanto specifiche e speciali. Poiché i virus non hanno tali strutture o meccanismi, gli antibiotici risultano completamente inefficaci.

Siccome in natura antibiotici naturali sono rilasciati da diversi organismi, i batteri hanno anche sviluppato dei sistemi di resistenza, per evitare l’effetto dell’antibiotico. Magari non tutti i batteri hanno questi sistemi, ma sono molto bravi a scambiarsi informazioni “tra colleghi”, quindi utilizzare antibiotici quando non serve aiuta solo ad eliminare i batteri che sono ancora sensibili all’antibiotico e permettere la riproduzione di quelli che “conoscono il trucco” per evitare la morte, rendendo così l’antibiotico inefficace nel tempo.

[1] nonciclopedia.wikia.com

[2] https://www.google.de/search?q=virus+microscopio+elettronico&biw=1408&bih=672&source=lnms&tbm=isch&sa=X&sqi=2&ved=0CAYQ_AUoAWoVChMIg5Ok2cTQyAIVQ14UCh2OXAzm

[3] https://en.wikipedia.org/wiki/Sneeze

[4] https://it.wikipedia.org/wiki/Antibiotico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...